Mattina

Mattino presto. Aria fresca. Ossigeno.

Mi sveglio sempre presto.
5, 5.30 … l’aria è fresca, quasi fredda, si sente più ossigeno come reazione al luogo chiuso e caldo nel quale si è dormito.
Colazione alle 7. Un cappuccino con biscotti.
Guardo i giornali online e faccio sempre lo stesso pensiero “ma qual’è il limite della resistenza umana all’orrore senza tregua!?!”.
Faccio uscire i gatti sul terrazzo dove ci sono ulivi, un pesco, erba gatta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Rock'N'Blog

You Need a Rock'N'Blog!

L'ultimo Spettacolo

- cineblog collettivo -

Malammore

Confessioni del principe dei ladri

Memoria Narrante

Giuseppina D'Amato|Libri

::: canovaccio di fotografia :::

侘 寂 Wabi Sabi - Imparare a vedere l'invisibile - Learning to See the Invisible

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

Per noia e frustrazione

Quando non hai niente di meglio da fare

# I Feel Betta

Autobiografia culinaria

Without Clues

Post al Mercoledì e al Venerdì

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Cosa vuoi Vivian? Voglio la favola

racconti d'amore, sogni e sapori

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: